• Redazione

Il Chiaretto di Bardolino entra nell'associazione Rosès de Terroirs

Le Fraghe e Guerrieri Rizzardi unici italiani invitati dal gruppo francese dedicato al riconoscimento e la valorizzazione dei vini rosé

Il Chiaretto bardolinese entra a far parte dell’Association Internationale des Rosés de Terroirs. Guerrieri Rizzardi e Le Fraghe sono al momento le uniche realtà italiane invitate dall'associazione fondata in Francia da alcuni dei più prestigiosi nomi del mondo del vino rosé transalpino.


Siamo orgogliosi – commenta Franco Cristoforetti, presidente del Consorzio di tutela del Chiaretto e del Bardolino – che il vino rosa del lago di Garda veronese rappresenti il nostro Paese tra i più prestigiosi dei rosé francesi: segno ulteriore del successo della nostra denominazione, leader di mercato in Italia

L’associazione Rosés de Terroirs è nata dai produttori del Tavel nel 2020 con l’idea di fondare un movimento dedicato alla promozione del rosé di territorio, concretizzatasi nella primavera di quest’anno. “Il rosé – spiega la coordinatrice del gruppo, Sandra Gay-Moulines – è ormai diventato uno stile di vino a sé stante, ma deve ancora farsi spazio nel mondo dei vini di terroir. I rosé di terroir esistono, ma la loro visibilità e la loro valorizzazione rimangono insufficienti”. L’obiettivo dell’associazione è dunque quello di “accelerare il riconoscimento dei rosé di terroir in Francia e nel mondo” e di “sviluppare un vero e proprio segmento di mercato dedicato a questo tipo di rosé”, caratterizzati, da una profonda radice storica e da una fortissima identità territoriale.