• Redazione

Tutte le novità del Merano Wine Festival

La 31° edizione, dal 4 all'8 novembre, si presenta con il tema "Respiro e grido della terra".

La 31^ edizione unisce passato, presente e futuro all’insegna dell’eccellenza tra radici, arte e - tema centrale - sostenibilità. La kermesse meranese, in programma dal 4 all’8 novembre, si conferma autorevole palcoscenico del panorama wine & food, con un programma ricco di novità e ospiti d’eccezione.

Gli opinion leader coinvolti nel summit “Respiro e grido della terra”, gli artisti e nomi illustri del mondo dello spettacolo che sostengono il mondo del vino difendendone qualità e cultura, insieme ai migliori prodotti vino e culinaria selezionati durante l’anno da The WineHunter entrano in scena tra le sale del Kurhaus e la Gourmet Arena.

SOSTENIBILITÀ Ad aprire il 31° Merano WineFestival è il summit “Respiro e grido della terra”: sei incontri, gruppi di analisi e approfondimento che affrontano il problema dell’acqua, in quanto risorsa primaria e fondamentale per la vita, l’innovazione, la sicurezza alimentare e la sostenibilità delle filiere enologiche, le certificazioni in viticoltura, nonché alcuni case history come il modello “Abruzzo sostenibile”.

Focus sulla sostenibilità anche attraverso i modelli messi in pratica da Campania e Georgia a confronto. Per finire l'appuntamento Naturae et Purae, convegno ideato da Helmuth Köcher e dal giornalista Angelo Carrillo, quest’anno dedicato al tema “Wine Resilience - Spiriti Estremi” - Dalle isole del mediterraneo a quelle dello spirito.

RADICI Ieri, oggi, domani: Merano WineFestival affonda le sue radici nel passato e guarda al futuro. Per la prima volta si parla di ricerca dell’eccellenza, della selezione della migliore qualità: la stessa che Helmuth Köcher eredita e valorizza quando mette in scena una delle kermesse del panorama più importanti in Italia.

ARTE Nella 31^ edizione sono tante le iniziative legate al mondo della creatività: la partnership con Merano Arte, che ospita un’anteprima di Merano WineFestival e la presentazione di due libri: “Il Bicchiere d’Argento” e “I Vini del Cuore”. E ancora una panoramica sulle anfore Georgiane “Terracruda” e l’arte della mixology con Itinerari Miscelati: 8 bartender si sfideranno con la mistery box dei prodotti selezionati da The WineHunter.

La selezione Wine Italia, The WineHunter Selection Area, Wine internazionale e Catwalk Champagne saranno ospitate all’interno del Kurahus, mentre la GourmetArena rimane location prediletta per “Food - Spirits - Beer”, con l’area riservata a Territorium & Consortium Campania e, novità di quest’anno, un format simile dedicato alla regione Abruzzo. Nel prolungamento della Gourmet Arena, invece, viene inaugurata la Buyer & Financial Area che è luogo d’incontro tra le aziende italiane e i buyers provenienti da tutto il mondo.

The WineHunter Talks Naturae et Purae, il focus sui vini biologici, biodinamici, naturali, orange, PIWI di agricoltura integrata, si svolgerà all’interno dell’Accademia degli Studi Italo Tedeschi, mentre all’Hotel Terme Merano si svolgono tutte le masterclass della 31^ edizione.

Spazio d’eccezione anche quest’anno per la Georgia, presente con 10 produttori, 2 showcooking con la partecipazione di chef georgiani e un “Exclusive Dinner Georgia & Campania”. Nello storico Teatro Puccini ritorna l’appuntamento con il concorso “Emergente Sala” che coinvolge e premia giovani talenti emergenti nel settore sala.