Aglianico del Vulture Superiore DOCG Storico 2012, Basilisco

Lo spirito del Vulture

Aglianico del Vulture Superiore DOCG Storico 2012, Basilisco

Basilicata, ai piedi del vulcano ormai inattivo del Vulture. Barile, per la precisione. È qui che ha sede l’azienda Basilisco che dalla fine degli anni Novanta produce i suoi vini essenza di un territorio che rende l’aglianico unico.
Sotto la guida di Viviana Malafarina, giovane enologa di origini liguri, l’azienda è divenuta un punto di riferimento per tutto il comprensorio.


L’Aglianico del Vulture Storico è Il vino icona della cantina e viene realizzato utilizzando le uve provenienti da un vigneto detto, appunto, “storico” in quanto impiantato secondo la tradizione che prevedeva l’alternanza di piante di vite, di ulivi e di piante da frutto. La forma di allevamento delle viti, di oltre 80 anni a piede franco, è del tutto particolare in quanto i tralci sono sorretti e si aggrappano a tre canne poste “a capanno”.


Il caldo dell’annata 2012 non si riflette nel colore del vino di uno splendido rubino mentre è apprezzabile all’olfatto che si presenta pieno ed evoluto. Frutta scura matura, accenni balsamici e una nota del passaggio in legno rendono piacevole soffermarsi ad assaporare i profumi che si trasformano in complessità gustativa. Il tannino inizialmente appare scontroso ma con lo scorrere del tempo diviene soave e sorregge il sorso, lungo e potente. Un vino che travolge e coinvolge.
Lo possiamo immaginare sorseggiato da solo, come degna conclusione di una cena importante. Un calice ampio, il camino che scoppietta, una giusta compagnia e una conversazione che si dipana lieve e complice.

Aglianico del Vulture Superiore DOCG Storico 2012, Basilisco

Cantina

Annata

Vitigno

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

14,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Vino coraggioso, VIno fuori dagli schemi

Capacità di Invecchiamento

Occasioni

Fascia prezzo

Data degustazione

febbraio

2022

Note