Alpi Retiche IGT Vagabondo Rosso 2010, Marcel Zanolari

Dalla Valtellina un vino da uve PIWI

Alpi Retiche IGT Vagabondo Rosso 2010, Marcel Zanolari

La filosofia di Marcel Zanolari può essere sintetizzata nella ricerca dell’equilibrio fra terreno, vite e uomo.

Una ricerca applicata in tutte le fasi della produzione: dall’adozione della biodinamica in vigna, pratica che mette al centro il rispetto totale per la natura, alla scelta dei contenitori, le anfore in cemento e argilla entro le quali questo vino è vinificato.


Siamo a Bianzone in Valtellina. Qui, nei 12 ettari di proprietà, vengono coltivate le uve per la produzione di questo vino. Si tratta di un blend di varietà PIWI, ovvero di vitigni resistenti alle malattie fungine e che quindi, praticamente, non necessitano di trattamenti.


Un bel colore rubino con sfumature ancora porpora anticipano le sensazioni di frutta fresca scura, visciola, amarena e di succo di mirtillo, segue una nota balsamica e vegetale che ci ricorda la foglia di pomodoro.
Assaggiandolo sembra di aver appena finito di mangiare delle more vista la succosità e acidità del sorso. Il tannino è presente e caratterizza il palato.
Ci piace immaginarlo abbinato ad una bella grigliata con succulente costine di maiale e salamelle.

Alpi Retiche IGT Vagabondo Rosso 2010, Marcel Zanolari

Annata

Denominazione

Tipologia

Tenore Alcolico

13,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Biologico, Vino coraggioso

Capacità di Invecchiamento

Occasioni

Fascia prezzo

Data degustazione

aprile

2022

Note

Vinificato in anfora