Cannonau di Sardegna DOC Mamuthone 2019, Giuseppe Sedilesu

Un Cannonau di montagna, portavoce del territorio

Cannonau di Sardegna DOC Mamuthone 2019, Giuseppe Sedilesu

La cantina è una realtà familiare fondata negli anni ’70 da Giuseppe Sedilesu, con l’acquisizione di un ettaro di vigneto a Mamoiada, paese a 650 m s.l.m. nell’entroterra nuorese della Barbagia, sui fianchi del massiccio del Gennargentu. 

Nel corso degli anni, l’azienda si è estesa fino a oltre 15 ettari, gestiti attualmente dal figlio di Giuseppe, Salvatore, ma non ha perso la sua iniziale missione di esprimere il legame ancestrale con il territorio attraverso vini fortemente identitari. 

Non a caso, Sedilesu ha un ruolo trainante nell’associazione Mamojà, impegnata a mantenere e a valorizzare la tradizione enologica locale.  


I vigneti, coltivati tra i 500 e gli 800 metri s.l.m., su terreni di origine granitica spesso caratterizzati da forti pendenze, sono stati convertiti al regime biologico; vengono lavorati manualmente e arricchiti con gli sfalci di potatura e le vinacce esauste per ricostituire naturalmente le sostanze organiche e i minerali nella terra. 

La maggior parte degli ettari sono a Cannonau, mentre pochi filari ospitano la più rara Granazza a bacca bianca, entrambi allevati ad alberello.  


Il Cannonau Mamuthone prende il nome dalla maschera tipica del carnevale di Mamoiada, una sfilata rituale anziché festosa che si tiene in gennaio e che rievoca le antiche cerimonie delle popolazioni nuragiche in onore delle divinità agricole e pastorali. 

Le uve vengono raccolte a ottobre e fermentate spontaneamente con lieviti indigeni. Il vino matura poi per 12 mesi in botti da 5 hl e non è filtrato, per mantenere integra l’identità del prodotto.  

Il timbro montano del vino traspare dalla luminosità del calice rosso rubino e dallo spettro olfattivo fresco, generoso e complesso. Si apre sulla ciliegia selvatica e la susina matura, dispiegando poi molteplici sentori di erbe aromatiche e spezie del territorio, malva, finocchietto, timo, bacche di ginepro e di mirto, su uno sfondo floreale carnoso e un accenno di humus. La bocca è altrettanto intensa, avvolgente, con un tannino rotondo ma definito, una beva fresca, rafforzata da una particolare vena minerale. Il tenore alcolico si percepisce dalla densità del sorso ma senza alcuna pesantezza, con la bocca in elegante equilibrio. Finale lunghissimo sui ritorni balsamici di pino. Perfetto con le carni rosse del territorio, capretto o agnello, ma regala emozioni anche con formaggi di media stagionatura.

Cannonau di Sardegna DOC Mamuthone 2019, Giuseppe Sedilesu

Annata

Vitigno

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

15% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Must have

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

settembre

2022

Note

Affina un anno in botte