Champagne AOC Blanc de Blancs 2012, Bruno Paillard

Uno champagne dal doppio carattere: fresco e soave al naso, pieno e potente in bocca

Champagne AOC Blanc de Blancs 2012, Bruno Paillard

Come da tradizione, Paillard produce millesimati solo nelle annate migliori, come la 2012. Vendemmia dalle rese basse e dalla eccellente qualità.

Nel calice il vino, di colore giallo paglierino con alcuni riflessi che riportano al dorato scarico è solcato da una bollicina fine e interminabile.
La recente sboccatura si percepisce al naso che è ricco di sentori agrumati a cui seguono note di frutta gialla e uno sbuffo di pepe bianco. La complessità olfattiva si amplia e rende percepibili note vegetali di verbena e note mentolate. Poi ancora accenni di nocciola, di muschio e una leggera vena affumicata.
Il sorso è accattivante, ampio e dalla lunga persistenza. Ritornano le note agrumate che chiudono con una vena sapida nel finale. 


È un vino facilmente abbinabile a portate delicate, meglio se di pesce. Noi lo abbiamo provato con noci di capesante scottate e accompagnate da verdurine di campo.

Champagne AOC Blanc de Blancs 2012, Bruno Paillard

Annata

Denominazione

Vitigno

Località

Tenore Alcolico

12,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Amore a prima vista, Must have

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

agosto

2020

Note

Extra Brut, 3 gr/lt di residuo zuccherino. Vinificato in botti di rovere. 8 anni di permanenza sui lieviti