Champagne AOC Brut vintage 1990, Besserat De Bellefon

Uno strabiliante champagne che ha riposato sui lieviti 32 anni

Champagne AOC Brut vintage 1990, Besserat De Bellefon

Nata da Ay nel 1843, la Maison Besserat de Bellefon è conosciuta per i suoi champagne “demi mousse” ovvero ad una pressione più bassa (4,5 / 5 atmosfere) rispetto a quella tipica di 6 atm. Questo li rende particolarmente cremosi e morbidi al palato.
Nel 2018 l’azienda rivoluziona la propria immagine estetica forte di una tradizione che la rende particolarmente apprezzata in Francia dove viene consumato il 70% dei suoi prodotti.

Uno champagne che ha riposato sui lieviti per circa 32 anni non è facile da vedere.
Composto da 45% Pinot nero, 32% Chardonnay e 24% Meunier provenienti da alcuni dei villaggi più blasonati cella Champagne, il Brut Réserve 1990 è stato sboccato nel giugno del 2022.

Dal ricco colore dorato profondo, si svela all’olfatto con un susseguirsi di note ora sottili, ora dirompenti che spaziano dalla frutta candita all’agrume dolce, dagli accenni terziari alle note vagamente ossidative, dai sentori tostati a quelli di sottobosco e di frutta secca. Tutto in grande equilibrio e armonia, caratteristiche che si ritrovano anche in bocca dove ci conquista la grande freschezza. Una bollicina fine ed elegante che conduce a una lunga persistenza.
Seppure sia in grado di reggere l’abbinamento a tanti piatti, uno champagne con queste caratteristiche può essere apprezzato al meglio da solo, gustato lentamente ad una temperatura di servizio non troppo fredda.

Champagne AOC Brut vintage 1990, Besserat De Bellefon

Annata

Denominazione

Località

Tenore Alcolico

12,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Vino fuori dagli schemi, Amore a prima vista

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

ottobre

2022

Note