Terre Siciliane IGT SP68 2018, Arianna Occhipinti

Dalla Sicilia un vino da uve autoctone che racconta la sua terra

Terre Siciliane IGT SP68 2018, Arianna Occhipinti

Un vino bianco in una terra di rossi, quella di Vittoria.

Con il progetto SP68 Arianna Occhipinti omaggia una delle più antiche strade del vino, la Strada Provinciale 68 che da millenni accoglie il viaggio di vignaioli, uve e vini di quell'area che da sempre ha un'inevitabile vocazione vitivinicola. Un vino sincero, schietto, che ama la sua terra e fatto da chi quella terra la ama. 


Colore paglierino carico, quasi dorato per la macerazione sulle bucce di uve cresciute sotto un sole implacabile. Al naso si avverte una nota macerata ma anche la freschezza che sembra portata con il vento dal mare.

In bocca ritroviamo la forza dei pomeriggi caldi di Sicilia, il profumo delle erbe aromatiche, l'essenza degli alberi di arancio. L'aromaticità complessa e il carattere del Moscato di Alessandria si riconoscono nelle note di abicocca e di mandorla che ben si accostano alle note fini ed eleganti dell'Albanello, antico e autoctono vitigno che dona i sentori di agrumi, erbe della macchia mediterranea, timo, rosmarino.


Espressivo, diretto ed insieme gentile, sobrio.

Da provare con una pasta con le sarde, ancora meglio se con finocchietto selvatico che ne esalta le note aromatiche.

Terre Siciliane IGT SP68 2018, Arianna Occhipinti

Vino

Annata

Denominazione

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

12% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Biologico, Amore a prima vista, Vino fuori dagli schemi, Must have

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

marzo

2021

Note