Toscana IGT Bianco Lillatro Garbato 2020, Tenuta di Canneto

Piacevole e fresco come il vento che spira dal mare.

Toscana IGT Bianco Lillatro Garbato 2020, Tenuta di Canneto

Unico vino bianco prodotto dalla Tenuta di Canneto, prende il nome da un arbusto sempreverde tipico delle coste occidentali: il Lìllatro. A questo è stato poi aggiunto l’aggettivo garbato, dal verbo “garbare” che nell’accezione tipica toscana corrisponde a “mi piace”: “mi garba”.


Un vino realizzato con l’antica tecnica dell’uvaggio, ovvero le uve vengono raccolte nello stesso momento e vinificate insieme. Dopo la fermentazione alcolica, il vino sosta sulle proprie fecce per un breve periodo al fine di arricchirne la struttura.


L’occhio è colpito dalla luminosità del vino nel calice, un giallo paglierino tenue. Avvicinando il naso al calice emergono profumi di frutta fresca e di fiori bianchi. Ben percepibili anche le note di foglia di pomodoro, tipiche del vitigno Sauvignon che entra nel blend. L’eleganza e la finezza dei profumi si conferma anche nel sorso; la nota minerale unita all’acidità guidano la beva che, nel finale, riporta al palato sentori agrumati.

Un vino dalla piacevole beva che bene si può accompagnare a portate di media struttura e dotate di buona aromaticità, possiamo pensare a una pasta con un buon sugo di pesce oppure a un’orata alla griglia con verdure gratinate.

Toscana IGT Bianco Lillatro Garbato 2020, Tenuta di Canneto

Annata

Denominazione

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

13,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Vino Smart, Ottimo rapporto qualità/prezzo

Capacità di Invecchiamento

Occasioni

Fascia prezzo

Data degustazione

giugno

2021

Note