Toscana IGT Terra di Monteverro 2018, Monteverro

Dalla Maremma un classico taglio bordolese

Toscana IGT Terra di Monteverro 2018, Monteverro

Georg Weber, dopo aver visitato alcune delle più rinomate zone vitivinicole mondiali approda in Maremma e decide, nel 2003, che quella sarebbe stata la zona in cui far nascere la sua cantina: Monteverro. 60 ettari in un territorio popolato da cinghiali (verro è il nome del maschio del suino) con tanto di statua che campeggia all’ingresso della proprietà.


Siamo ai piedi del meraviglioso borgo medioevale di Capalbio, con le vigne a poca distanza dal mare. Vitigni principalmente internazionali con qualche concessione alle varietà tradizionali toscane: quindi Chardonnay e Vermentino per le bacche bianche e Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Syrah, Grenache e Petit Verdot per i rossi.

La parola d’ordine dell’enologo residente Matthieu Taunay è il ridotto interventismo: lasciar esprimere il vino al meglio sfruttando le qualità delle uve e le caratteristiche dell’annata. 


Il Terra di Monteverro, un classico assemblaggio bordolese di Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot affina per 20 mesi in barrique di rovere francese.

L’annata 2018 degustata in anteprima (la commercializzazione è prevista per l’autunno 2022) è caratterizzata da sentori di frutta a bacca rossa croccante; un naso dai sentori piacevolissimi come lo è il colore che riflette ancora note porpora. Un vino che fa della grande bevibilità il suo punto di forza, il varietale è ben presente ma non prevale, lunghissima persistenza. Un vino estremamente giovane che ha davanti un lunghissimo potenziale in bottiglia.

In queste prime fasi della sua vita lo possiamo immaginare abbinato a della carne alla brace, magari degli arrosticini di agnello da mangiare all’aperto durante un pic-nic in una calda giornata primaverile.


Toscana IGT Terra di Monteverro 2018, Monteverro

Cantina

Annata

Denominazione

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

14% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Food, please!, Must have

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

marzo

2022

Note