• Redazione

Ammonta a 14,2 miliardi il valore del vino in Italia nel 2021

Lo scenario e la stima economica permette all'Italia di essere al terzo posto dopo la Francia (20,7 miliardi) e Regno Unito (15,8 miliardi).

Il dato emerge da Wine Report, studio realizzato da Cross Border Growth Capital, advisor in Italia per operazioni di finanza straordinaria per startup e Pmi, e dall'enoteca online Vino.com.

I risultati dello studio registrano che a livello globale si stima un valore del vino di 245,6 miliardi di euro al 2021 e una crescita a 305,2 miliardi di euro per il 2025.

La forbice di vendite a mezzo e-commerce va invece dall'11,9% del Regno Unito (in crescita rispetto al 10,1% del 2015) all'1,7% di Spagna e Germania, passando per il 9,9% della Francia (dato quasi duplicato dal 2019, quando si attestava sul 5,5%) e il 9,8% dei Paesi Bassi (in rialzo dal 2,5% del 2015). L'Italia si posiziona a metà strada registrando, come provenienti da shop online, il 4% delle vendite.

Wine Report segnala che il mercato mondiale delle bevande alcoliche con i suoi cinque segmenti (vino, superalcolici, birra, sidro, ready to drink) ammonta a 1.317 miliardi di euro nel 2021. Il trend, secondo le elaborazioni, è trainato dalla birra (42% del totale del mercato mondiale), seguita dai superalcolici (35%) e dal vino (20%). Ready-to-drink e sidri si posizionano invece a fondo classifica, con percentuali rispettivamente del 2% e 1%.