• Redazione

Velenosi Vini promuove l'integrazione lavorativa

La produzione del Falerio Doc in collaborazione con l'associazione L'Orto di Paolo

Ci sono vini buoni e vini davvero buoni: è così che possono essere sintetizzati i risultati delle speciali vendemmie organizzate da Velenosi Vini e realizzate da alcuni dei ragazzi che frequentano il Centro Diurno Socio-Educativo per l'autismo L'Orto di Paolo, gestito dalla Cooperativa Sociale Pa.Ge.F.Ha Onlus di Ascoli Piceno.


Il progetto, sostenuto da Angela Velenosi e il suo team, è stato promosso nel 2020 e nel 2021 come laboratorio occupazionale per favorire la socialità, lo sviluppo dell'autonomia personale e l'integrazione lavorativa degli ospiti della struttura ed è culminato nella produzione del Falerio Doc Edizione Speciale, la cui etichetta è stata realizzate dagli stessi ragazzi de L'Orto di Paolo.

"In mesi difficili, tristi e all'apparenza rassegnati, lavorare con il sorriso dei ragazzi dell'Orto di Paolo ci ha motivato moltissimo, ci ha permesso di guardare alle cose da una prospettiva diversa, di aprirci e uscire dalla nostra consuetudine" ha spiegato Angela Velenosi.

Grazie alla vendita dell'edizione limitata del Falerio Doc, Velenosi Vini ha raccolto 7.000 euro da destinare al centro Diurno Socio-Educativo e alle sue attività. Il progetto entra adesso in una nuova fase che punta a consolidare l'esperienza e crescere ulteriormente nella qualità della produzione, con vendemmie da cui nasceranno il Pecorino Doc e il Rosso Piceno Superiore.


"Per raggiungere l'obiettivo di un'integrazione che sia davvero tale è fondamentale che anche i privati mostrino concretamente la propria vicinanza a questa categoria di cittadini: sono felice che questo progetto vada proprio in tale direzione" ha detto il sindaco di Ascoli Piceno Marco Fioravanti che si è impegnato a creare "una rete sociale con associazioni e imprenditori".

L'assessore regionale Guido Castelli ha concluso sottolineando che "il centro autismo del sud delle Marche, in fase di definizione, potrà approvvigionarsi da questa esperienza che ha visto incontrarsi due eccellenze".