top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Borgogna: la 163° vendita di vini dell'Hospices de Beaune

L'asta benefica si terrà in novembre.

Gli Hospices Civils de Beaune organizzano con Sotheby's, leader mondiale delle aste di vino, la 163a vendita di vini, domenica 19 novembre 2023.

La tenuta di 60 ettari, nel terzo ed ultimo anno di conversione al biologico, proporrà all'asta le annate prodotte consentendo di effettuare importanti investimenti a beneficio dell’ospedale.

Alain Suguenot, sindaco di Beaune e presidente del consiglio di sorveglianza degli Hospices Civils de Beaune: “Questa 163a vendita di vini dell'Hospices de Beaune è una vendita di beneficenza in cui l'insieme dei prodotti venduti viene utilizzato per finanziare gli investimenti dell'ospedale che sta attualmente realizzando grandi progetti. Saremo testimoni di una vendita che si preannuncia un grande evento e che lo difenderà anno la causa dell’“invecchiare bene”.

Marie-Catherine Moraillon, direttrice ad interim degli Hospices Civils de Beaune: "Invecchiare bene è un tema caro agli Hospices Civils de Beaune. La struttura è infatti coinvolta in un progetto geriatrico territoriale con gli EHPAD del Groupement Hospitalier de Terri toire du Sud Côte d'Or. La prima ambizione di questo approccio è adeguare l'offerta di accoglienza e sostegno ai bisogni degli anziani, per consentire loro di rimanere a casa, in buona salute, il più a lungo possibile".

Un'annata 2023 eterogenea e sorprendente!

Questa annata 2023 è iniziata con un inverno estremamente mite e poco piovoso, quindi con un deficit idrico comprovato fino a febbraio. In primavera questo contesto si invertiva e alle viti non è mancata mai l'acqua grazie ai terreni argillosi-calcarei che catturano e la immagazzinano.

Dopo alcuni episodi tempestosi con impatti notevoli su un'area piuttosto ristretta, le cose sono state abbastanza calme fino all'ondata di caldo di settembre che si potrebbe definire un pericolo climatico.

La quantità ci ha fatto pensare ad un raccolto vicino al 2022 ma l'eterogeneità delle piogge, le situazioni idriche, il contesto climatico hanno fatto sì che la crescita delle viti sia stata irregolare all'interno dello stesso appezzamento o da un appezzamento all'altro. Si deve quindi evidenziare il 2023 per il suo lato molto eterogeneo.

La vendemmia 2023 è iniziata il 6 settembre a Pouilly-Fuissé e terminata il 19 settembre

a Saint Romain e Monthelie.

I bianchi sono caratterizzati da una bellissima purezza aromatica, da una bella sostanza, abbastanza voluttuosi al palato, con giusti livelli di acidità.

I rossi, diraspati al 100%, donano già dei bei colori e una bella ricchezza polifenolica. Ancora in tino per le 2-3 settimane di macerazione, si presentano rotondi e fruttati, i tannini da semi e da buccia saranno probabilmente setosi e rotondi. I profumi dei frutti rossi già inondano la cantina.

Comments


bottom of page