• Paolo Valente

Ecolog, la logistica per Langhe, Roero e Monferrato di fa green

Il progetto nasce per ridurre il traffico pesante e quindi l’inquinamento in una zona fragile come le colline di Langa.

Come ridurre il traffico pesante e quindi l’inquinamento in una zona fragile come le colline di Langa?

Il progetto Ecolog nasce proprio per dare risposta a questa domanda.

Il progetto è promosso dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e Coldiretti Cuneo, con il supporto dell’Unione di Comuni Colline di Langa e del Barolo e dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.


L’attuale presenza di numerosi mezzi pesanti che attraversano le cittadine e le strade panoramiche delle Langhe, dichiarate nel 2014 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO è un fattore di evidente disturbo.


I TIR poco si adattano alle strette strade langarole e contribuiscono in modo importante all’inquinamento atmosferico oltre a costituire un fattore di rischio per la sicurezza dei cittadini e un ostacolo allo sviluppo di un turismo outdoor che tanto significa in una realtà dalla forte vocazione enoturistica.

Il funzionamento del progetto è tanto semplice quanto efficace.

Le cantine prenotano il ritiro del prodotto attraverso una piatta forma digitale sviluppata da TESISQUARE® grazie alla collaborazione con Sandri Trasporti, la merce viene ritirata attraverso l’utilizzo di piccoli mezzi a basse emissioni. Questi percorrono il tragitto più breve possibile, sempre a pieno carico, e convogliano il vino in un hub fisico da dove, successivamente, partirà per le destinazioni finali.

Oggi il progetto è già avviato, nella fase pilota, con l’adesione di 28 aziende; altre se ne aggiungeranno e, a regime, si potranno ottenere importanti risultati.

È prevista la riduzione dei mezzi circolanti e dei chilometri percorsi da ognuno di essi con un risparmio complessivo di 3800 km al giorno con una riduzione di circa il 404 della CO2 emessa.


Matteo Ascheri, Presidente del Consorzio Barolo Barbaresco dichiara che “ECOLOG punta a riformare completamente la logistica del nostro settore, anticipando quello che sarà un cambiamento necessario in un’ottica, anche europea, di transizione digitale e orientata alla green economy.”