top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Il Whisky di Silvio Carta

Orzo distico e botti di castagno per questo distillato prodotto in Sardegna

Silvio Carta nasce come produttore di vini negli anni Cinquanta con la produzione della Vernaccia di Oristano che da subito diventa un'icona del territorio. Dopo oltre mezzo secolo, Silvio, con il figlio Elio, che già dal 1972 guida l'azienda, si aprono a nuove frontiere con la produzione di Mirto, di varie versioni di Gin e del Vermouth oltre ad altri liquori realizzati utilizzando essenze tipiche della Sardegna; limoni, liquirizia, elicriso.

Oggi, a sottolineare il fermento che c’è in Sardegna negli ultimi anni nel campo dell’enogastronomia, ecco l’ultima novità nata in casa di Silvio Carta: il Whisky from Sardinia.

Prodotto dall’eclettico Elio Carta è stato degustato in anteprima a Roma dalla redazione della testata giornalistica vinodabere.it .

Si tratta di una tiratura (per ora) limitata di 1500 bottiglie da 50cl. 43,7% di volume alcolico in confezione di rifinita eleganza. Tutto il processo di produzione parte da orzo distico esclusivamente sardo ed è svolto interamente nella distilleria di Silvio Carta.

Il Whisky from Sardinia affina in botti di castagno centenarie, di misura variabile dagli 80 ai 470 litri, usate in precedenza per produrre la Vernaccia di Oristano.

Eloquente la valutazione di Pino Perrone, uno dei massimi esperti di Whisky in Italia e collaboratore “specialista” di vinodabere.it, per il quale “il Whisky di Silvio Carta è maturato per soli quattro anni, e se fin d’ora risulta assolutamente convincente, non possiamo che chiederci: come e quanto ancora potrà evolvere in futuro?”

Comments


bottom of page