top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Vendemmia solidale: al via la nuova edizione

Torna l’iniziativa solidale che mette al centro la cura di sé stessi e degli altri.

Un progetto che “vendemmia” solidarietà, avviato nel 2018 dalle cantine Antonio Facchin e Tenuta Amadio. È la Vendemmia Social-e, evento patrocinato dell’ULSS 2 Marca Trevigiana che unisce natura, territorio e attenzione per gli altri.

La Vendemmia Social-e si aprirà nel pomeriggio di sabato 23 settembre presso Antonio Facchin Wines di San Polo di Piave. Il giorno successivo, domenica 24 settembre, il ritrovo sarà alla Tenuta Amadio di Monfumo.

Il ricavato del pranzo e della cena solidali andrà devoluto alla sezione trevigiana della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT).

Quando il grappolo è molto più che la semplice somma dei suoi acini” è la frase che meglio riassume l’iniziativa, stampata anche sulle t-shirt colorate che indossano i “vendemmiatori volontari” al lavoro tra i filari; un vero e proprio motto che sottolinea come la condivisione e il gioco di squadra siano determinanti per vivere in modo sano e migliore, affrontando le sfide quotidiane. In un mondo sempre più frenetico, infatti, la Vendemmia Social-e vuole offrire un modo per ritagliarsi dei brevi ma intensi momenti per svolgere attività in compagnia e, soprattutto, aiutare chi sta lottando contro la malattia.

Anzitutto mi sembra doveroso ricordare la figura di Giorgio Cecchetto, mancato pochi giorni fa, un signore del vino, un simbolo di questa terra e della solidarietà che sa esprimere – commenta il dott. Francesco Benazzi, Direttore Generale dell’ULSS 2 Marca Trevigiana – è importante anche ringraziare le due cantine promotrici di questa iniziativa, due aziende leader del settore che si mettono a disposizione per aiutare gli altri e dare risorse al territorio. Quest’anno il ricavato dell’iniziativa andrà alla LILT, associazione che è per noi un supporto straordinario, lavorando in particolare sulla prevenzione e su un'importante rete di supporto che aiuta chi si trova ad affrontare una malattia oncologica".

Quest’anno la nostra azienda ripropone il momento della pigiatura dell’uva fatta con i piedi – illustra Giusy Facchin dell’azienda vinicola Facchin Antonio – chi sarà nostro ospite potrà provare questa esperienza ritrovando le emozioni proprie della vendemmia. Perché la vendemmia è gioia, ancor più per chi sta attraversando momenti difficili".

Di anno in anno vediamo crescere continuamente l’interesse intorno a questo progetto, arrivato alla sesta edizione - prosegue Simone Rech della Tenuta Amadio - un riscontro che dimostra come questo tipo di iniziative regalino sempre delle emozioni importanti anche a chi partecipa come pubblico".

Siamo particolarmente orgogliosi di essere partner anche quest’anno della Vendemmia Social-e – conclude Alessandro Gava, presidente della LILT Treviso – Un progetto che ha una continuità importante, ben sei edizioni, dimostrando da parte dei promotori un’abitudine alla solidarietà davvero non comune. Sono iniziative che ci consentono di sostenere i tanti progetti che, come LILT, mettiamo in campo per sostenere chi deve affrontare un percorso di cura”.


Commentaires


bottom of page