Alto Adige DOC Löwengang Chardonnay 2014, Alois Lageder

Dalle montagne dell'Alto Adige un vino luminoso

Alto Adige DOC Löwengang Chardonnay 2014, Alois Lageder

La famiglia Lageder produce vino fin dall’inizio dell’Ottocento; nel 1934 acquista la tenuta Löwengang a Magrè nella bassa atesina. Oggi coltiva 50 ettari interamente gestiti in regime biodinamico.


Lo Chardonnay Löwengang è stato, negli anni ’80, il primo vino altoatesino a ricevere riconoscimenti internazionali divenendo un simbolo del successo non solo della cantina Alois Lageder ma anche dell’intera regione.

Le uve provengono da vigneti posti in differenti microzone nell’area di Magrè ad un’altitudine compresa tra i 230 e i 330 m s.l.m.; l’età delle piante varia dai 20 ai 70 anni.


Un vino luminoso quasi a ricordarci la grande quantità di luce di cui godono le vigne di montagna. Luminoso il colore che ricorda quello della paglia seccata al sole, luminoso il naso ricco di sentori di agrumi, di pompelmo uniti a quelli delle erbe aromatiche: origano fresco, nepitella, maggiorana. Le note speziate ci confermano come il vino svolga la fermentazione in legno.
Il sorso dalla vivace freschezza e dalla buona sapidità lascia intendere la gioventù di questo vino nonostante siano passati sette anni dalla vendemmia. A compensare, il passaggio in legno rende una nota avvolgente che arrotonda il sorso la cui persistenza, lunghissima, riporta nuovamente all’agrume e in particolare al limone candito e salato.


Noi pensiamo di abbinarlo ad un piatto di vitello tonnato oppure ad un pesce con salse in accompagnamento, magari un luccio fritto o un salmone al forno con panatura di erbe.

Alto Adige DOC Löwengang Chardonnay 2014, Alois Lageder

Annata

Denominazione

Vitigno

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

13% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Biodinamico, Must have

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

ottobre

2021

Note