Chianti Classico DOCG 2016, Erta di Radda

Un Chianti moderno che nasce da vecchie vigne e guarda alla tradizione

Chianti Classico DOCG 2016, Erta di Radda

Un giovane vignaiolo mosso dalla passione che recupera 3 ettari di vecchi vigneti arrampicati sui pendii di Radda in Chianti, da cui il nome dell'azienda. Da solo gestisce i suoi attuali 5 ettari di vigne, seguendo la produzione in tutti i passaggi, dalla cura delle viti, alla cantina fino alla commercializzazione.


Diego Finocchi guarda alla tradizione non solo recuperando le vigne, il cui primo impianto è degli anni '60, ma anche il vecchio modo di fare Chianti, producendone una versione moderna, semplice, nata da una mente fresca ma che non dimentica il passato.

Versandolo si presenta di un color rubino luminoso e vivace. 


Un'interpretazione del Chianti in cui prevalgono i sentori dell'uva e del suo territorio e non della botte: subito nel bicchiere si sentono le caratteristiche note di fiori e frutta vivaci, in primis la ciliegia e la violetta, balsamico e sul finale chiude con un richiamo al pellame. La golosità tipica del Sangiovese, delle colline Toscane, della sua gente, si ritrova all'assaggio che si rivela elegante. Il tannino è presente ma per nulla prepotente. Morbido e bilanciato da una spiccata freschezza tipica di questa sottozona del Chianti.


Apprezzabile ad una temperatura leggermente più fresca in una sera di prima estate davanti ad una grigliata o a una tagliata con cipolline in agrodolce. Oppure in inverno davanti ad un camino acceso con dei crostini di lardo toscano.


Chianti Classico DOCG 2016, Erta di Radda

Annata

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

13,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Food, please!, Amore a prima vista, Vino Smart

Capacità di Invecchiamento

Occasioni

Fascia prezzo

Data degustazione

marzo

2021

Note

Fermentazione con lieviti indigeni, maturazione in barrique di secondo passaggio