Puglia IGT Bianco Amure 2020, Claudio Quarta

L'energia dell'Amore interpretata da un bianco salentino

Puglia IGT Bianco Amure 2020, Claudio Quarta

Profumi intensi ed eleganti, struttura solida ma non ingombrante, complicità tra freschezza e sapidità. Il tutto in un piacevole equilibrio reso vibrante dall’alcol.


Ecco l’Amure (Amore in salentino) per come pensato da Claudio Quarta, vignaiolo ormai da quasi venti anni ma con una storia personale e professionale originale almeno quanto l’abbraccio tra Fiano e Manzoni bianco che abbiamo degustato nel nostro calice.

Leccese, biologo e genetista, Claudio Quarta ha infatti alle spalle una luminosa carriera scientifica e manageriale. 

Sotto la sua guida, tanto per dire, il Centro Ricerche di Gerenzano (Varese) è diventato una società di biotecnologie farmaceutiche quotata in borsa anche nel mercato statunitense, il che lo ha portato a trasferirsi per dieci anni a New York.


Ma all’amore non si comanda, si sa, e l’energia luminosa del Salento l’ha riportato a casa con le idee ben chiare: sviluppare un progetto che riunisca sotto il medesimo ombrello diverse cantine di diversi territori italiani. 


Oggi il gruppo Claudio Quarta Vignaiolo possiede tre aziende (due in Puglia e una in Campania) e il vino che abbiamo degustato proviene da Tenuta Eméra (la dea greca che simboleggia la luce del giorno) a Lizzano, lembo del Salento che confina con le Murge tarantine. 

Qui sono state messe a dimora varietà autoctone come Primitivo, Negroamaro e Fiano di Puglia, ma anche vitigni internazionali, secondo un preciso studio di microzonazione.


Piacevolmente sorprendente è stato assaggiare questo connubio tra Fiano e Manzoni bianco solo acciaio: un vino solare nel gusto di frutta bianca matura e succosa, ma freschissimo e salino, come a ricordare le acque cristalline delle spiagge salentine.  

Un incontro armonioso, quindi, ingentilito da profumi netti di fiori bianchi e al contempo ulteriormente sostenuto dalla vena acida del Manzoni bianco. 

Linguine scampi e carciofi o un ghiotto rollè di maiale saranno degno suggello di questo Amure ben riuscito.


Puglia IGT Bianco Amure 2020, Claudio Quarta

Vino

Annata

Denominazione

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

12,5% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Food, please!

Capacità di Invecchiamento

Occasioni

Fascia prezzo

Data degustazione

febbraio

2022

Note