• Redazione

Barolo en primeur: asta benefica

L'iniziativa, promossa dalla Fondazione CRC in collaborazione con il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, si terrà il 28 ottobre.

Una gara di beneficenza a sostegno di progetti di utilità sociale, sia in Italia che all’estero, a cui sono state abbinate 15 barriques di Barolo mentre questo è ancora in affinamento. Nel Castello di Grinzane Cavour e in collegamento simultaneo con New York avrà luogo l’asta benefica di raccolta fondi a favore di soggetti e progetti nel campo del non-profit, condotto dalla casa d’aste Christie’s.

Il vino contenuto nelle barriques proviene dalla vinificazione delle uve raccolte durante la vendemmia 2021 nella vigna storica Gustava di Grinzane, prodotte e vinificate da Donato Lanati, enologo di fama internazionale. Quando il vino avrà completato l’invecchiamento, ovvero nel 2025, da ciascuna barrique saranno prodotte circa 300 bottiglie, numerate e contrassegnate da un’etichetta unica realizzata da un artista di fama internazionale: un’inedita collezione che promuoverà il Barolo e il suo territorio a livello internazionale, avendo nello stesso tempo sostenuto diversi progetti di utilità sociale in Piemonte, in Italia e nel mondo.

Novità 2022 è la partecipazione all’asta anche dei produttori del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani: le cantine, unite sotto il nome del Comune di produzione, metteranno in asta lotti composti dalle loro più pregiate bottiglie di Barolo e Barbaresco, provenienti sempre dalla vendemmia 2021.

Anche quest’anno la manifestazione sovvenzionerà progetti e iniziative di utilità sociale negli ambiti della salute, della ricerca, delle arti e della cultura, dell’inclusione sociale e della salvaguardia del patrimonio culturale italiano. I progetti e le iniziative saranno selezionati dalle Fondazioni prima dell’evento.

La Fondazione CRC Donare è un ente non-profit che opera per diffondere la cultura del dono sul territorio nazionale, attraverso progetti ed eventi capaci di generare un impatto sociale sulle comunità e creare opportunità per il futuro.

La prima edizione si era conclusa con la raccolta di oltre 660.000 euro, con cui sono stati finanziati 17 progetti benefici.