• Paolo Valente

Coravin si veste di arte

La nuova edizione limita di Coravin celebra Keith Haring in un connubio di accessibilità.

Cosa hanno in comune Coravin, il famoso dispositivo per la conservazione del vino, e l’artista Keith Haring? Hanno in comune l’accessibilità, al vino e all’arte.

Coravin con i suoi dispositivi consente ad appassionati e amanti del buon vino di prelevare dalla bottiglia solo una piccola dose senza doverla stappare. Questo consente a tutti di poter godere di bottiglie pregiate condividendone il costo e rendendo quindi il vino accessibile. Keith Haring ha fatto lo stesso e ha reso accessibile l’arte attraverso la street art, l’ha fatto con un linguaggio unico e inedito diffondendo inoltre di importanti messaggi sociali.

Da queste basi nasce l’edizione limitata di “Coravin per Keith Haring”. “La mia missione con Coravin è stata quella di espandere i modi con cui assaporare un buon vino, dando a tutti l’opportunità di degustarlo al calice senza dover acquistare necessariamente un'intera bottiglia” afferma l'inventore e fondatore di Coravin, Greg Lambrecht. "Allo stesso modo, Haring ha reso il mondo dell'arte più accessibile e fruibile da un pubblico più vasto. Per questo motivo è meraviglioso vedere la sua firma distintiva sul nostro Timeless.”