top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Il Nizza in tour per l'Italia

Nel 2024 l’Associazione Produttori del Nizza celebra il decimo anniversario dalla nascita della denominazione.

Per raccontare e condividere questo importante traguardo l’Associazione ha annunciato l’iniziativa “Forum Nizza in Tour”, una serie di seminari esclusivi focalizzati sulla DOCG Nizza.

Questo ciclo di masterclass è stato pensato per esaltare una delle denominazioni più affascinanti e storiche del nostro panorama vitivinicolo – afferma Stefano Chiarlo, Presidente dell’Associazione Produttori del Nizza - mirando a coinvolgere professionisti e sommelier. Il nostro desiderio è che questi operatori si appassionino al Nizza DOCG e ne diventino ambasciatori, illustrando con competenza la nostra denominazione e il suo variegato territorio.”

Le masterclass, si svolgeranno da marzo a novembre, con un programma di 8 appuntamenti che toccheranno diverse città italiane. Ogni incontro sarà un'occasione per approfondire la conoscenza del Nizza DOCG attraverso due prospettive: l'esplorazione delle sue varie sfumature, comparando vini della stessa annata ma di terroirs diversi, e l'analisi della sua evoluzione nel tempo.

Questi eventi, oltre a essere altamente formativi, saranno anche l’occasione per ripercorrere la straordinaria evoluzione della DOCG Nizza in questi dieci anni. Stefano Chiarlo evidenzia infatti come nel 2012-2013, sotto la guida del presidente Gianluca Morino, l'Associazione ha iniziato la trasformazione con la richiesta di una nuova denominazione per il Nizza, approvata nel 2014, marcando l'annata come la prima Nizza DOCG. In quel periodo, sono state introdotte anche le versioni Riserva e la menzione delle vigne di provenienza. Successivamente, sotto la presidenza di Giovanni Bertolino, nel 2018 è stata realizzata una dettagliata mappa del territorio del Nizza in collaborazione con Enogea, definendo le zone di produzione e i cru, evidenziando l'impegno continuo di ogni presidente verso l'arricchimento e il riconoscimento della denominazione.

“La crescita degli associati e del numero di bottiglie prodotte è stata costante" afferma Stefano Chiarlo. "Tra il 2022 e il 2023, abbiamo visto un aumento del 27% nelle vendite, con un totale di 1.050.000 bottiglie nel 2023. Questo dato è significativo se consideriamo che nel 2016, con il debutto del Nizza DOCG e solo 35 produttori, vendemmo 315.000 bottiglie. Nei primi due mesi del 2024, abbiamo registrato un ulteriore aumento del 20%, un risultato senza precedenti nel panorama delle DOC e DOCG nazionali.”

Con uno sguardo rivolto al futuro, l'Associazione Produttori del Nizza è ora impegnata nell’ambizioso progetto di zonazione, con l'obiettivo di arricchire ulteriormente il valore e il riconoscimento della DOCG Nizza attraverso l'introduzione delle Menzioni Geografiche Aggiuntive. “Questo è un altro fondamentale passo di un cammino che continuerà a portare in alto il nome del Nizza nel mondo del vino” conclude Chiarlo.

Comments


bottom of page