• Giovanni Tronchin

San Patrizio, in alto i calici (solo di birra)!

Il St. Patrick Day viene festeggiato negli anni un po' ovunque, non solo in Irlanda!

Il 17 marzo il mondo si tinge di verde. Verde è il colore dell'Irlanda e delle maglie della sua squadra di calcio, ma è inizialmente il colore del trifoglio che il Vescovo Patrizio, nel IV secolo, utilizzò per spiegare la Santissima Trinità agli irlandesi e convertirli al cristianesimo.

Il 17 marzo è San Patrizio, St. Patrick Day. I festeggiamenti per il patrono dell'Irlanda da Dublino, città di Oscar Wilde e della birra Guinnes, nel corso degli anni si sono allargati un po' ovunque, grazie ai flussi migratori prima e alla globalizzazione poi.

In questa giornata il verde è dominante (a Chicago addirittura il fiume che attraversa la città viene completamente tinto di verde con una sostanza non inquinante) ed è presente anche a tavola sia nei piatti con l'aggiunta di un colorante alimentare, che nei bicchieri con il curaçao, un liquore azzurro che, mescolandosi al giallo della birra, produce l'effetto verde smeraldo.

Ma in tutto questo il vino che c'entra?

Infatti non c'entra proprio per niente, perché a San Patrizio si bevono solo fiumi di birra o, al limite, del sidro, una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione delle mele.

E allora il 17 marzo mettiamo da parte le nostre amatissime bollicine, i rossi tannici e i bianchi profumati e uniamoci alle vivaci baldorie nei pub o nelle strade con un boccale di birra e con un tipico Crisp Sandwich con il Soda Bread, vale a dire un panino al bicarbonato di sodio, farcito con patate croccanti.