• Giovanni Tronchin

Alle origini del Raboso Piave

Un interessante autoctono veneto diffuso soprattutto nel trevigiano

Il Raboso Piave è un vitigno autoctono a bacca nera della provincia di Treviso, ma decisamente meno famoso del conterraneo Prosecco.


E’ un'uva molto interessante, che esprime pienamente la tipicità e lo spirito del territorio in cui cresce. La sua diffusione coinvolge in generale l’intera area del Basso Piave e viene quindi prodotto anche nella provincia di Venezia. E’ probabile che derivi dalla messa a dimora di viti selvatiche e spontanee delle terre attorno al Piave, fiume sacro alla Patria.


Le origini del nome Raboso restano incerte. Potrebbero rifarsi direttamente alle caratteristiche di questo vino di una volta, acido e scorbutico, dal carattere rabbioso (rabioso in veneto). Oppure il nome potrebbe semplicemente derivare dall’omonimo torrente Raboso che, dalle sorgenti nelle Prealpi Bellunesi, si getta nel Piave dopo aver attraversato la Marca Trevigiana.