top of page
  • Immagine del redattorePaolo Valente

Casa Lucciola: da sogno a oasi di pace

Una azienda famigliare che traduce nei vini il territorio di Matelica.

La famiglia Cruciani si pende cura dei propri vigneti a Matelica, una delle aree di maggiore interesse per il verdicchio. Il territorio di Matelica, contrariamente a quello di Jesi, non è sul mare ma nell’entroterra marchigiano. La valle Camertina che racchiude la DOC Verdicchio di Matelica corre da nord verso sud parallela al mare ed è protetta da quest’ultimo dal Monte San Vicino che ne blocca l’influsso temperato. Il verdicchio, medesimo vitigno del Trebbiano di Soave o del Trebbiano di Lugana (ora Turbiana), a Matelica assume toni raffinati e di carattere con una importante componente sapida e un’acidità declinata sulle note agrumate.

Casa Lucciola, il nome deriva dalla collina a 430 m s.l.m. sulla quale si trova, si estende su circa 4 ettari di vigneto. Un’azienda condotta con spirito giovane e curioso da Luca, che lavorava in una tipografia, e da sua moglie Barbara che, oltre al lavoro, doveva badare anche ai loro tre figli. Nel 2014 erano due gli ettari a disposizione ma coltivarli e mantenere il lavoro di ufficio diventava sempre più difficile e così, dal 2016, Luca lascia la sua occupazione e si dedica totalmente ai vigneti e alla cantina realizzata in ferro da suo padre subito dopo il terremoto del medesimo anno.

I vigneti, tutti intorno alla casa in cui abitano e dove c’è anche la cantina, sono condotti in regime di agricoltura biologica e biodinamica. L’obiettivo è quello di inquinare il meno possibile consegnando al futuro un territorio migliore di come lo si è trovato con la convinzione che la vita vera sia nella Natura e nel rispetto per il Prossimo.

La loro produzione declina il verdicchio in tutte le sue tipologie: si passa dalla bollicina, delicata e raffinata del metodo ancestrale al Verdicchio di Matelica DOC altrettanto piacevole e dalla bella verticalità che viene prodotto anche nella versione macerata. La Riserva viene realizzata solo nelle migliori annate ed esce sotto la DOCG Verdicchio di Matelica Riserva. Un’intrigante, preziosa e rara versione passita conclude la gamma.

Comentários


bottom of page