• Paolo Valente

Gozzi: una cantina fedele a tradizioni e territorio

Nel basso Garda mantovano la coltivazione della vite ha origini antiche

La Cantina Gozzi di Monzambano, nel mantovano, nasce negli anni ‘80 nel cuore delle colline moreniche del Garda, colline formatesi in epoca antica a seguito al ritiro del ghiacciaio e alla successiva formazione del lago determinata anche dall’innalzamento della catena delle Alpi.

Il territorio è caratterizzato da una serie di bassi colli intervallati da limitate aree pianeggianti. Da qui una grande variabilità dei suoli che sono costituiti, sulla parte alta delle colline, in prevalenza da sasso che nelle aree pianeggianti lascia il posto a sabbia, argilla e limo rendendo i terreni più fertili. Anche le esposizioni giocano un ruolo importante per la coltivazione della vite; i versanti nord sono adatti alle uve bianche mentre quelli orientati verso sud alle varietà rosse.

Dal punto di vista climatico, il lago di Garda influenza in modo importante il clima dell’anfiteatro morenico. Il grande bacino d’acqua svolge infatti un’azione mitigatrice assorbendo il calore e rilasciandolo successivamente. Gli inverni sono miti e le estati mai troppo calde. Le brezze, che spirano sia da nord che da sud, garantiscono anche buone escursioni termiche, favorevoli alla salubrità e alla maturazione delle uve.

I due fratelli Gozzi, Cesare e Franco, che oggi hanno lasciato la gestione nelle mani della terza generazione rappresentata da quattro cugini, coltivano una superfice totale di 36 ettari di cui 25 vitati per una produzione intorno alle 100.000 bottiglie in piena adesione alle tradizioni locali.

I vitigni coltivati sono quelli tipici della zona che, da una parte, guardano verso le varietà internazionali (chardonnay, merlot, cabernet sauvignon) e dall’altra subiscono il fascino della vicina Valpolicella e quindi garganega, rondinella, rossanella e poi ancora trebbiano e sangiovese.

Cantina Gozzi produce i suoi vini secondo le norme dettate da due delle sette denominazioni che insistono sul lago di Garda: Garda Colli Mantovani e Garda DOC. Altri vini appartengono alla IGT Alto Mincio. Il primo vino prodotto risale al 1987: il Rosso Saline, uno dei prodotti di punta dell’azienda; la gamma oggi comprende numerose referenze che spaziano tra spumanti, bianchi rosati e rossi.