• Federica Colzani

In vetta sul Carosello 3000

I vini delle vacanze. Una vacanza itinerante tra le vette dalle sembianze himalayane di Livigno alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche valtellinesi.

Una delle mete più battute della Valtellina per una vacanza estiva in coppia o in famiglia è senz’altro Livigno. Situato a 1816 metri s.l.m., con un clima invidiabile soprattutto in un’estate torrida come quella che abbiamo vissuto, Livigno, chiamato anche piccolo Tibet, è incastonato in una cornice naturalistica invidiabile e offre ai turisti relax, svago, divertimento e un’ottima esperienza enogastronomica.

Le attività che Livigno propone in estate sono tante: è possibile svolgere attività semplici alla portata di grandi e piccini, fino ad arrivare ad attività più particolari.

È possibile percorrere in bici la lunga pista ciclabile (circa 17 km) che attraversa tutta la valle costeggiando il fiume Spol, oppure fare nordic walking nel Parco Nazionale dello Stelvio. Per i più adrenalinici è possibile noleggiare una mountain bike in uno dei tanti negozi presenti sul territorio e percorrere sentieri enduristici. Quando il livello del lago di Livigno è buono, è possibile noleggiare il kayak, una barca o il paddle per rilassarsi godendo della verdeggiante natura incontaminata circostante.

E se piove? Non c’è problema perché le opportunità sono tante: è possibile rilassarsi nella via centrale del paese facendo shopping tra i vari negozi e piccole botteghe, oppure tuffarsi nel più alto parco acquatico d’Europa. Aquagranda è un parco acquatico coperto dotato di castello con scivoli d’acqua, piscine per adulti e bambini che assicurano un divertimento per tutte le fasce d’età.

Noi abbiamo deciso di prendere la nuovissima cabinovia di San Rocco e percorrere 1000 metri di dislivello in meno di 10 minuti, gustandoci la vista mozzafiato di Livigno dall’alto. Una volta arrivati alla cima, una temperatura frizzante (13°C) ci ha accolto. La giornata era soleggiata e tersa e si poteva ammirare tutta la Valle di Livigno e parte della Val Federia.

Una volta raggiunta la cima è possibile fermarsi al ristoro Carosello 3000 per un pranzo veloce, oppure percorrere i sentieri che da lì si snodano. Noi abbiamo optato per fare una passeggiata facile, adatta anche alle famiglie con bambini sul sentiero della Cresta. Si percorre una strada sterrata per tutta la cima della montagna da Carosello 3000 fino alla cima della seggiovia Vetta. La vista sulla valle di Livigno è spettacolare e appagante per il cuore e l’anima. E se si è fortunati è possibile sentire il fischio delle marmotte.

Dalla seggiovia Vetta si percorre scendendo la pista da sci invernale approdando al rifugio Costaccia dove da lì è presente la funivia Livigno Centro che ci riporta fino in valle. Dopo la bellissima escursione ad alta quota, ci rilassiamo al ristorante con un meritato piatto di sciatt come antipasto e pizzoccheri come portata principale, il tutto servito con un ottimo vino Inferno Valtellina Superiore Riserva della cantina Plozza.