• Paolo Valente

Marzemino, il rosso della Vallagarina

Un vitigno antico dal fascino moderno

photo credit: APT Rovereto Vallagarina

Il marzemino è un vitigno a bacca rossa dalle origini lontane anche se incerte. Sono diverse le ipotesi circa la sua provenienza. Inizialmente si è ritenuto provenisse dal Veneto dove era conosciuto con altri sinonimi. Poi si è ipotizzato che la sua origine fosse nella cittadina di Merzifon in Asia Minore. Altre teorie lo collocano invece a Cipro dove le uve Marzavi erano commercializzate e spedite verso la costa dalmata. Ancora più di recente, i natali del marzemino sono collocati nel villaggio di Marzmin tra la Carinzia e la Slovenia. Forse non sapremo mai quali siano le sue origini ma, sta di fatto che oggi è diffuso in Veneto e in Lombardia, in particolare nella zona del Garda, e ha trovato la sua patria di elezione in Trentino in Vallagarina tra Isera e Volano.

Il marzemino è un vitigno scarico di colore caratterizzato da un vibrante acidità, a volte anche rustica, e da un basso tenore in tannini e in alcol. Le note floreali e fruttate insieme a una leggera speziatura e a tocchi balsamici ne caratterizzano il profilo olfattivo.

È una varietà vigorosa e dalla produzione generosa, caratteristica di cui in passato si è anche abusato a tutto svantaggio della qualità del prodotto finale.

Era considerato il vino quotidiano, il vino che si consumava tradizionalmente nelle famiglie trentine. Oggi, purtroppo, ha visto ridursi notevolmente la sua diffusione e il suo consumo. Da alcuni viene definito come un vino da “merenda” ovvero da accompagnare a una fetta di salame; ma relegarlo a un simile ruolo non gli rende giustizia; un corretto approccio in cantina come, ad esempio, un leggero appassimento delle uve, ne smorza le caratteristiche più rustiche rendendolo un vino versatile in abbinamento, un prodotto dai tratti gioviali e decisamente moderni.

Il marzemino è celebre anche perché citato da Mozart nel Don Giovanni, anche se non è certo che lo abbia assaggiato davvero.

Qui le nostre degustazioni