top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Vitigni PIWI: problemi di peronospora

L'allarme è lanciato dall'Istituto francese della Vite e del Vino.

Photo Credit: Matthias Böckel da Pixabay

Il direttore del Centro Rodano-Mediterraneo dell'Istituto Francese della Vite e del Vino (IFV), Eric Chantelot riferisce come nel Gard e nel Vaucluse, due regioni nei pressi di Avignone, il clima tropicale abbia favorito la formazione della peronospora che sembra si stia diffondendo anche su numerose viti di varietà resistenti (PIWI). "Stiamo effettuando una mappatura precisa, ma i tecnici delle Camere dell'Agricoltura ci hanno segnalato sintomi su appezzamenti piantati su terreni profondi in pianura dove l'umidità è elevata dopo il tramonto" .

È ancora presto per avere dei dati definitivi ma si sta procedendo con indagini per appurare la diffusione del fenomeno.

"Stiamo recuperando le storie, ma a prima vista sembra che i trattamenti raccomandati siano stati eseguiti."

Occorrerà poi capire, e per questo sono in corso delle analisi i cui risultati saranno disponibili a breve, se effettivamente la malattia abbia superato la resistenza di queste varietà.

L'Istituto francese della Vite e del Vino e l'Istituto Nazionale di ricerca per l'agricoltura hanno chiesto ai viticoltori i cui appezzamenti sono stati colpiti da peronospora di trattare i vigneti di varietà resistenti nello stesso modo in cui trattano quelli di varietà "tradizionali" mantenendo questa protezione (eccezionale) finché i rischi di contaminazione restano elevati. Nei vigneti di varietà resistenti nei quali non ci sono sintomi occorre intensificare le attività di sorveglianza considerando, eventualmente, trattamenti aggiuntivi.

Comments


bottom of page