Piemonte DOC Albarossa 2019, I Parcellari

Un vitigno coltivato solo in piccole aree del Piemonte

Piemonte DOC Albarossa 2019, I Parcellari

Davide Canina inizia il suo percorso professionale come giovane sommelier. La passione per il vino lo porta a fondare il progetto “I Parcellari” che prevedere la realizzazione di vini monovarietali da unica parcella. Oggi il progetto conta su 7 referenze ma altre sono in divenire.


L’Albarossa è un vitigno a bacca nera ottenuto dall’incrocio, effettuato dal prof. Giovanni Dalmasso, tra nebbiolo e barbera. Oggi è coltivato solo in piccole aree del Piemonte, nelle provincie di Asti, Cuneo e Alessandria.

Le uve provengono, come ricorda il nome del vino, da tre parcelle nel comune di Govone con terreno argillo limoso. Nell’annata 2019 sono state prodotte solo 2369 bottiglie.


Dopo la sosta in tonneau per 12 mesi il vino conserva ancora una brillante veste rubino che si dischiude al naso con sentori di frutto matura a cui seguono note floreali e balsamiche. Le spezie completano l’olfatto, elegante e sottile. L’assaggio conferma la bontà della sosta in legno che addomestica la freschezza e il tannino lasciando esprimere una piacevole maturità di frutto.
La piacevole persistenza ci aiuta nell’abbinamento che potremmo immaginare trovi la massima esaltazione in piatti dalla buona struttura con una parte di grassezza e untuosità come una pasta al ragù di manzo e salsiccia.

Piemonte DOC Albarossa 2019, I Parcellari

Annata

Denominazione

Vitigno

Tipologia

Località

Tenore Alcolico

14% Vol

Abbinamento

Caratteristiche

Vino fuori dagli schemi

Capacità di Invecchiamento

Fascia prezzo

Data degustazione

novembre

2022

Note

Affinato in legno