• Paolo Valente

Le api e la biodiversità nel vigneto

Questi insetti sono fondamentali per il mantenimento della biodiversità

Si sente parlare spesso di biodiversità e dell’importanza che riveste per il sistema agricolo e, per quanto maggiormente ci riguarda, vitivinicolo.

Perché le api sono così importanti? La lettura del Bilancio di Sostenibilità (ne avevamo già parlato qui) redatto da Degli Azzoni Wines ci fornisce qualche spunto interessante.

Ogni specie animale e vegetale riveste una specifica importanza all’interno dell’ecosistema in cui è inserita e contribuisce a mantenerlo in equilibrio. Nel soprasuolo tante più saranno le forme di vita tanto più difficile per un parassita trovare spazio di diffusione, mentre il sottosuolo è il primo indicatore della qualità del terreno; suoli vivi sono in grado di accogliere le radici e fornire alle piante il corretto nutrimento necessario alla loro crescita. Per la tutela ambientale è importante valutarne tutte le forme di vita presenti sul territorio e capire quali delle nostre azioni impattano.

Nella viticultura, forma di coltivazione specializzata, sono quanto mai importanti le bordure, le siepi, gli alberi di confine e il bosco che consentono a insetti, mammiferi, uccelli e vegetali di trovare una dimora e interagire tra loro.

Le api in linea generale svolgono una funzione strategica attraverso l'impollinazione in quanto contribuiscono al miglioramento e alla conservazione della flora.

Le api giocano anche un ruolo fondamentale anche sullo sviluppo dell'uva e, di conseguenza, del vino. Le api sono amiche della viticultura; la presenza di alveari lungo i vigneti contribuisce in modo significativo alla biodiversità animale e vegetale, all’allontanamento dei parassiti e alla fertilità del terreno. Rappresentano inoltre un indicatore della salute di un luogo e sono insetti impollinatori, responsabili di circa l'80% di tutte le impollinazioni e si ritiene che la presenza di api all'interno del vigneto aumenti la produzione di uva del 10%.

Le api svolgono funzione di vettore dei lieviti sulla buccia degli acini e in caso di acini danneggiati o bucati da altri insetti, come ad esempio le vespe, ne raccolgono gli zuccheri fuoriusciti asciugando l'acino e facilitandone la cicatrizzazione riducendo così il rischio di malattie.

Per tutti questi motivi è fondamentale preservare la presenza delle api nei nostri territori e nei nostri vigneti.