top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Roccaverano DOP: un 2023 di successi

I premi ricevuti certificano la qualità e la versatilità del prodotto e le buone pratiche in termini di sostenibilità, rispetto del territorio e innovazione.

Si chiude un anno importante per il Consorzio di Tutela del Roccaverano DOP. L’anno che ha sancito il cambio di nome del prodotto, da Robiola di Roccaverano a Roccaverano DOP, e che ha definitivamente messo “nero su bianco” sul disciplinare la regola dell’utilizzo di solo latte di capra, senza percentuali di latte vaccino e ovino. Ulteriori passi in avanti verso una qualità sempre più distintiva per questo pluripremiato gioiello caseario piemontese, prodotto in 19 comuni tra le province di Asti e Alessandria.

Il 2023 ha visto il Roccaverano DOP ottenere numerosi riconoscimenti.

Tra i premi spiccano quelli ricevuti dalle aziende consorziate: il primo posto come miglior formaggio prodotto nei territori delle Città del Formaggio ONAF alla quinta edizione del Concorso Caseario Internazionale “Stupore ed Emozione” di Bergamo e quello ottenuto nella categoria “freschissimi di capra” in occasione del Premio Nazionale del Caseario a Latte Crudo organizzato dall’Associazione Cuochi Alta Etruria APS a San Francesco in Asciano (SI).

Prestigioso anche il primo premio nella tipologia formaggi lattici in occasione al concorso caseario nazionale “Pascoli e Alpeggio Italiano” tenutosi a Picinisco (FR) e quelli ottenuti al Concorso Caseario Regionale organizzato in occasione del Festival dei Formaggi Piemontesi a Savigliano.

Anche i progetti messi in campo dal Consorzio hanno ricevuto importanti riconoscimenti. Il Consorzio di tutela del Roccaverano DOP ha ricevuto il premio Ancalau lavoro e ambiente per la qualità del prodotto, la tradizionalità coniugata con l’innovazione dei metodi, la conservazione dell’ambiente, il contributo per l’attrazione del turismo e il ripopolamento del territorio.

«Il 2023 ha rappresentato un punto di svolta per il cambio di nome e le modifiche nel disciplinare, il 2024 si prospetta un anno altrettanto interessante che vedrà il Consorzio di Tutela del Roccaverano DOP festeggiare i 45 anni della denominazione – dichiara Fabrizio Garbarino, presidente del Consorzio –. Un traguardo di prestigio che celebreremo in occasione degli appuntamenti più attesi dell’anno, a cominciare dalla consueta Fiera Carrettesca, la cui XXIII edizione si terrà a Roccaverano il 29-30 giugno, e attraverso l’organizzazione di iniziative speciali che coniugheranno la promozione del Roccaverano DOP con quella del suo territorio». 

Kommentare


bottom of page