• Redazione

Champagne Day: i nostri assaggi alla Modena Champagne Experience

La 5° edizione della manifestazione ha portato a Modena 141 espositori e oltre 6400 visitatori

In occasione dello Champagne Day, vi proponiamo alcuni tra gli assaggi che ci hanno maggiormente colpito tra i tanti prodotti assaggiati durante l'edizione appena conclusa della Modena Champagne Experience organizzata dalla Società Excellence.

Luca Cuzziol, Presidente di Società Excellence, è orgoglioso dei numeri di quest'anno e, giustamente, parla di successo.

Non era facile replicare e superare il grande successo registrato nel 2021. Le premesse erano certamente positive: 141 espositori, il 16% in più rispetto alla passata edizione, oltre 800 champagne in degustazione e un significativo ampliamento delle aree espositive rappresentavano un richiamo molto importante per tutti coloro che volevano sondare lo stato dell’arte di questo vino sempre più amato e ricercato da più generazioni".

Anche noi di Zenomag eravamo presenti ed ecco alcune delle degustazioni che più ci hanno colpito.

Mara Galli per iniziare ci propone un Blanc de Blancs di De Sousa, un extra-brut da vigneti Grand Cru. Spostandoci sulla Montagne de Reims dalla Maison Rochet-Bocart il Premier Cru 2008 e da Domaine Lagille l'inattendue, un meunier 100%. Concludiamo con un champagne dell'Aube, il Quentin Beaufort n° 13 di Alice e Quentin Beaufort.

Paolo Valente ci porta nella Vallée de la Marne con il Blanc de Noirs Sélection Parcellaire 2012 di H. Blin. Da una delle più note Maison ecco il Blanc del Blancs 2015 di Louis Roederer. Per finire una rarità: il Brut Vintage 1990 di Besserat De Bellefon, 32 anni sui lieviti.